Serata con Roberto Piccinini “Pensa in analogico e scatta in digitale”

serata con Roberto Piccinini
serata con Roberto Piccinini

L’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma ha avuto il piacere di ospitare Roberto Piccinini, fotoreporter professionista e giornalista e per anni Presidente Airf e nostro socio onorario, che ci ha accompagnato in un racconto che aiuta a sviluppare il pensiero “analogico” dello scatto, per arrivare ad ottenere un’immagine utilizzando gli strumenti che il mondo “digitale” ci mette a disposizione.

Gli strumenti digitali che abbiamo attualmente a disposizione ci offrono grandi opportunità, ma quello che veramente fa la differenza nel mondo della fotografia è “il pensiero”, è “il fotografare con il cuore”. Roberto attraverso la presentazione di alcuni suoi lavori ci ha evidenziato come sia importante sia organizzare e preparare lo scatto sia idearlo. Un professionista a 360 gradi che con la fotografia sa regalare continuamente emozioni.

Roberto Piccinini ha conosciuto fin da piccolo il mondo della fotografia, quando ancora si scattava in bianco e nero e si viveva l’attesa dello sviluppo. Poi tutto è apparentemente cambiato, con il passaggio dall’analogico al digitale. Nuovi strumenti che hanno portato un vasto pubblico ad avvicinarsi alla fotografia, in quanto il procedimento è più “semplice”. In realtà, il “modo di fare fotografia” non è cambiato: “per fare delle belle foto serve un buon occhio e del gusto”.

La serata si è svolta venerdì 19 novembre alle ore 21:00 presso la Casa di Quartiere “Casa del Gufo” in via Via Luigi Longo 12 a Bologna nel Quartiere Savena.

Una serata estremamente ricca di spunti, con i nostri ringraziamenti che vanno sia a Roberto Piccinini, sia a quanti sono intervenuti nella discussione, sia a tutti i soci che hanno partecipato alla serata.

foto di Cristina Caprini e Luisa Poggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts
Condividi