Home

Convocazione Assemblea Ordinaria

Ai Soci dell’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma

Oggetto: Convocazione Assemblea Ordinaria

Riservata esclusivamente ai soci in regola con versamento quota associativa per l’anno in corso

I Soci dell’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma sono convocati per l’Assemblea Ordinaria dei soci il giorno 26 marzo 2021 alle ore 7:00 in prima convocazione e, qualora non fossero raggiunte le prescritte maggioranze, 

in seconda convocazione

Venerdì 26 marzo 2021

alle ore 21:00

sulla piattaforma Zoom

link https://zoom.us/j/8055700281
ID riunione: 805 570 0281

in seduta ordinaria per discutere e deliberare sul seguente Ordine del giorno:

  1. Relazione del Presidente sull’attività svolta nel 2020 e sui progetti in corso per l’esercizio 2021
  2. Approvazione del bilancio consuntivo esercizio 2020 e preventivo esercizio 2021
  3. Approvazione nuovo Statuto e trasformazione in APS e approvazione iscrizione al Registro Unico Enti Terzo Settore
  4. Varie ed eventuali

Data la necessità di svolgere l’assemblea in videochiamata, per garantire il rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid, vi chiediamo sia di confermare la vostra presenza tramite chat di whatsapp o tramite email a info@tempoediaframma.it, sia di tenere acceso gli schermi, in modo da permetterci di scattare lo screenshot dei presenti che sarà allegato al verbale come registro presenze. Il nuovo Statuto da approvare sarà reso disponibile per la presa visione ai soci partecipanti tramite un apposito link..

Al termine dell’Assemblea, i soci sono invitati a restare collegati, in quanto ci sarà un intervento del nostro socio onorario Marco Cavazza con alcune considerazioni sulla fotografia.

Bologna, 1 marzo 2021

Il Presidente

“Il respiro trattenuto” – rassegna stampa del 27 febbraio

Tratto da “Il Resto del Carlino” del 27 febbraio 2021.

 

"Il Resto del Carlino" del 27 febbraio 2021
“Il Resto del Carlino” del 27 febbraio 2021

IL RESPIRO TRATTENUTO – Bologna ai tempi del Covid-19 in 100 scatti d’autore

Il passato è l’unica forma di conoscenza, ma la memoria, purtroppo, non può essere solo emozionale altrimenti si corre il rischio che non arrivi a tutti” commenta il curatore dell’opera Gabriele Fiolo “La memoria è un dovere e con queste immagini diventiamo tutti testimoniIl progetto fotografico si pone l’obiettivo di favorire la condivisione e di trasmettere le emozioni che paradossalmente si sono generate dall’assenza della vivace vita quotidiana, che solitamente anima la nostra città: vuole farlo offrendo ai suoi cittadini, imprigionati nel proprio spazio personale, una testimonianza fotografica del recente passato vissuto nella città di Bologna, mentre si è trovata immersa nell’affrontare la pandemia.”

Gabriele Fiolo
Il RESPIRO TRATTENUTO

Il progetto

“IL RESPIRO TRATTENUTO – Bologna ai tempi del Covid-19 in 100 scatti d’autore, è un progetto fotografico corale, a cura di Gabriele Fiolo con l’ Associazione Fotografica Tempo e Diaframma, e raccoglie gli scatti di 13 fotografi professionisti bolognesi, realizzati in un momento storico in cui il mondo si è fermato, trattenendo il respiro, tra lo sgomento e l’incredulità. Fotografi che abitualmente lavorano nella città e provincia di Bologna, sono diventati lo “sguardo” dei cittadini. Non solo informazioni, ma anche emozioni che nascono dal senso di impotenza che si viveva in quel periodo e dall’assenza della vita quotidiana che animava la nostra città.

Gianni Schicchi, Rossella Santosuosso, Paolo Righi, Marika Puicher, Michele Nucci, Margherita Caprilli, Gianluca Perticoni, Mauro Montaquila, Alessandro Ruggeri, Massimo Paolone, Massimiliano Donati, Michele Lapini e Max Cavallari hanno saputo raccontarci con maestria e professionalità momenti di una vita messa in pausa, trattenuta, dove perfino le ombre sono sparite dai portici della città e sono diventate solo un lontano ricordo, in attesa di un incerto futuro.

Leggi tutto

Serata “Fotografie e ombre del sogno americano” a cura di Daniele Biffino

Il “sogno americano” è essenzialmente la convinzione che la sola propria capacità individuale possa permettere a chiunque, sul suolo degli Stati Uniti d’America, di perseguire il miglioramento della propria condizione economica e sociale; la storia ci racconta tuttavia che, per ciascun individuo che realizza il suo sogno americano, c’è ne è almeno un altro per il quale il sogno stesso rimane un puro miraggio. La fotografia non poteva non rimanere invischiata in questa storia: è stata ed è tuttora uno dei complici più coinvolti del “sogno” ma, anche, il più formidabile strumento di denuncia dei sogni non realizzati e dei veri e propri incubi della società statunitense.

Fotografie e ombre del sogno americano

Questo e tanto altro è stato ripercorso con i soci dell’ Associazione Fotografica Tempo e Diaframma nella serata “Fotografie e ombre del sogno americano” dedicata ai grandi fotografi americani a cura di Daniele Biffino, fotografo e collaboratore del Dipartimento Didattica FIAF.

Una digressione tra storia e fotografia nella quale si parlerà, tra l’altro, di Jacob Riis, Lewis Hine, dei fotografi della Farm Security Administration e di Margaret Bourke White, con uno sguardo anche al mondo dorato della “fotografia animata” di Hollywood ed alla sua capacità di alimentare il “sogno” così come di raccontarne gli inganni.

Leggi tutto

Tecnica e fascino della Fotografia Street a cura di Vincenzo Amarante

Tecnica e fascino della Fotografia Street a cura di Vincenzo Amarante è una serata dedicata alla Street Photography. Una chiacchierata in “pillole” su questo interessantissimo genere fotografico.

Street Photography
Street Photography

Venerdì 19 marzo 2021, ore 21.00 sulla piattaforma Zoom l’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma ha il piacere di ospitare Vincenzo Amarante, fotografo e docente del Dipartimento Didattica FIAF, per una serata interamente dedicata alla street photography.

Argomenti trattati:

  • il fascino
  • gli strumenti
  • la tecnica
  • i luoghi
  • lo stile
  • stampa e pubblicazione
Leggi tutto

XIV Corso Base di Lightroom di Tempo e Diaframma

Il XIV Corso Base di Lightroom che partirà mercoledì 31 marzo 2021 fa parte dei corsi che l’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma organizza da anni per i propri soci.

corso-lightroom

Il corso è concepito per permettere a tutti di accedere al programma della Adobe, seguendo il moderno concetto di abbinare all’insegnamento teorico quello pratico ed introducendo i principi di archiviazione e postproduzione dell’immagine, inoltre, fornisce i fondamentali necessari per frequentare i corsi di post-produzione intermedi o avanzati organizzati dall’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma.

DOVE
Date le attuali disposizioni normative, il corso si terrà on line, sulla piattaforma Zoom.

QUANDO
Il corso base comprende 3 serate da 2 ore di lezione teorica ed esercitazione pratica, a partire da mercoledì 31 marzo 2021 ore 20.30 e a seguire i due mercoledì successivi.

Leggi tutto

“Aleksander Rodchenko” a cura di Marco Brioni”

“Aleksander Rodchenko” è una serata di Fotografia online a cura Marco Brioni.

Aleksander Rodchenko
Aleksander Rodchenko

Giovedì 25 marzo 2021, ore 21.00 sulla piattaforma Zoom l’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma ha il piacere di ospitare Marco Brioni, Docente FIAF, fondatore di Frammenti di fotografia, per una serata interamente dedicata a Aleksander Rodchenko.

La “visione” di Rodchenko, il suo modo originale e ardito di guardare alla realtà, ebbe una vasta eco non solo sulla generazione dei fotografi a lui contemporanei, ma travalicò il campo stesso della fotografia, suscitando un forte ascendente sui cineasti della sua epoca, primo tra tutti Sergej Ėjzenštejn. La conferenza di Marco Brioni ripercorrerà le tappe essenziali del suo percorso, evidenziando la modernità della sua opera e il lascito, ancora attuale, della sua “visione”.

Leggi tutto

“Bianco e Nero digitale” a cura di VINCENZO AMARANTE

Impariamo a creare fotografie come i grandi maestri del bianco e nero e sveliamo i segreti della pellicola applicati al digitale. Una serata dedicata alla creatività elevata all’ennesima potenza grazie alle infinite possibilità offerte dalle nuove tecnologie applicate alla fotografia digitale.

“Bianco e Nero digitale” a cura di VINCENZO AMARANTE
Bianco e nero digitale

Venerdì 12 marzo 2021, ore 21.00 sulla piattaforma Zoom l’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma ha il piacere di ospitare Vincenzo Amarante, fotografo e docente del Dipartimento Didattica FIAF, per una serata interamente dedicata alla fotografia in bianco e nero.

Argomenti trattati:

  • Gamma dinamica e concetti di HDR
  • La Previsualizzazione
  • Dall’assenza di colori al Bianco e Nero
  • Desaturazione, pellicola e risposta spettrale
  • Sistema zonale
  • Il workflow in Bianco e Nero digitale
  • Impostazione fotocamera e scatto in B/N
  • Workflow Post-Elaborazione
  • Parte pratica con esempi di post-elaborazione in B/N, dal raw alla stampa
Leggi tutto

“Leggere le immagini” a cura di Raimondo Musolino

“Leggere le immagini”  è un serata di fotografia online a cura di Raimondo Musolino dedicata ad approfondire una domanda che i fotografi si fanno spesso: “Quali elementi considerare per leggere una fotografia?”

Leggere le immagini
Leggere le immagini

Venerdì 5 marzo 2021, ore 21.00 sulla piattaforma Zoom l’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma ha il piacere di ospitare Raimondo Musolino, fotografo e docente del Dipartimento Didattica FIAF, per una serata interamente dedicata a capire come si legge una fotografia.

“Come possiamo “leggere” una fotografia? Quali sono gli elementi da seguire: il cuore o il cervello, l’emozione o la riflessione, lo studio o la pancia? Rifacendoci a Roland Barthes, la fotografia è un messaggio senza codice, non esiste un dizionario dove trovare la spiegazione dei segni presenti in una immagine, come non esiste un dizionario che associ significati precisi a un sasso o a una sedia o a una nuvola. Le fotografie, che di quelle cose sono tracce fisiche restano cose che si fanno “segno”, non come parole che “significhino” qualcosa di preciso. Allora come mi pongo di fronte ad una fotografia? Come faccio a dare un giudizio di valore (mi piace, non mi piace) se prima non “leggo” il suo contenuto. Infatti chi guarda una fotografia dovrebbe assumersi l’impegno di approfondirla, non solo di guardarla. Ma come spesso accade il fruitore (colui che guarda la foto) non ha gli strumenti adatti per giudicare e valutare una fotografia. Come è vero che anche molti fotografi non sono in grado di analizzare o leggere una foto. Questo percorso didattico cercherà di fornire alcuni elementi che potranno servire ad un approccio iniziale sulla lettura.”

Leggi tutto

Serata dedicata a “Le icone della fotografia” a cura di MARCO BRIONI

Che cosa rende iconica una fotografia? Quali sono i fattori determinanti nel processo di iconizzazione di un’immagine? Queste le domande alle quali tenteremo di rispondere in questo incontro che passa in rassegna alcune tra le immagini più iconiche dell’ultimo secolo, cercando di coglierne, al di sotto della superficie, la loro intima essenza.

Le icone della fotografia
Le icone della fotografia

Questo e tanto altro è stato ripercorso dai soci dell’ Associazione Fotografica Tempo e Diaframma nella serata dedicata a “Le icone della fotografia”, grazie alla docenza di  Marco Brioni.

Leggi tutto

COMUNICAZIONE UFFICIALE PER I SOCI

Con la creazione di un nuovo gruppo whatsapp “Soci di T&D 2021”, utilizzato esclusivamente per le comunicazioni ufficiali, che andrà a sostituire quello finora attivo, cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i soci, per aver rinnovato la fiducia verso le attività dell’Associazione, anche per il 2021. In particolare vorremmo esprimere il nostro più sentito grazie ai numerosi soci, che nonostante ci fosse la possibilità di prorogare la validità della tessera a fine 2021, hanno volutamente scelto di dare un loro personale contributo versando la quota associativa anche per il 2021 e che sicuramente rappresenta per noi una boccata di ossigeno in un contesto in cui le spese “fisse” sono comunque da sostenere per garantire il proseguimento delle attività, soprattutto ora che abbiamo una nuova sede operativa. A riguardo stiamo procedendo con i lavori per renderla operativa e ci auguriamo di poter fare presto l’inaugurazione in presenza. Nonostante l’interruzione degli eventi in presenza, dovuta alla situazione attuale, stiamo cercando di organizzare comunque iniziative on line per mantenere vivo lo spirito di gruppo e la passione che ci unisce, nella speranza di poter tornare presto a vedersi di persona, in quanto il rapporto umano è il cuore pulsante dello spirito delle associazioni. Perchè l’Associazione è fatta dai “tutti noi soci”, che con entusiasmo e interesse sproniamo e diamo spunti per creare sempre iniziative ed eventi. Quindi, pieni di buona volontà, tanti propositi e tanta energia, speriamo di condividere insieme un 2021 pieno di tante iniziative interessanti, per cui qualsiasi idea o suggerimento è sempre ben accetta.
Il Direttivo

“Mimmo Jodice” serata a cura di Massimo Pascutti

“ Le mie foto non nascono da occasioni, sono riflessioni sulla realtà. Guardo molto di più dentro di me che fuori. Quando concepisco un progetto può capitare che vada in giro a cercare le immagini necessarie per realizzarlo, ma sempre all’interno di una visione personale, che mi appartiene e che è silenziosa e metafisica” Mimmo Jodice

Mimmo Jodice a cura di Massimo Pascutti

Fotografo di avanguardia sin dagli anni sessanta, sempre pronto a nuove sperimentazioni ed alle ricerca di nuove capacità espressive del linguaggio fotografico. Protagonista del mondo della fotografia sia italiana sia internazionale. La sua storia e i suoi progetti sono stati narrati, in maniera accurata e coinvolgente ai soci dell’ Associazione Fotografica Tempo e Diaframma nella serata interamente dedicata a Mimmo Jodice, sperimentatore, documentatore, innovatore a a cura di Massimo Pascutti, docente FIAF.

Massimo Pascutti , fotografa dal 1987. E’ tra i soci fondatori del gruppo fotografico “EIKON” . Ha frequentato numerosi corsi e workshop di stampa analogica bianco e nero presso la Fondazione Italiana della Fotografia e presso Enzo Obiso. Ha tenuto numerose mostre personali e collettive. E’ docente , ormai da numerosi anni, dei corsi di fotografia tenuti presso l’ EIKON di cui è responsabile culturale . Conduce da diversi anni un Laboratorio di Fotografia Creativa  presso il circolo fotografico Eikon e viene regolarmente invitato presso i circoli fotografici piemontesi per tenere serate culturali e curare la progettazione di lavori a portfolio.

Un sentito ringraziamento al relatore, a tutti i soci che lunedì 8 febbraio 2021, tramite la piattaforma Zoom, hanno partecipato alla serata e soprattutto alla Fiaf, in quanto l’evento è stato realizzato nell’ambito dell’offerta di contenuti proposti ai Circoli e ai Soci dai Dipartimenti FIAF

Storie di fotografie italiane a cura di Massimo Agus

“Ogni fotografia è un contenitore di tante storie. Oltre quelle relative al soggetto rappresentato, alle vicende dell’autore e alle situazioni in cui è stata realizzata, si aggiungono le storie che quella fotografia incontra nel suo percorso nel mondo.  Durante la serata la storia della fotografia italiana viene raccontata a partire da alcune fotografie che hanno segnato in vario modo dei momenti della nostra storia e della nostra cultura.”

Storie di fotografie italiane con Massimo Agus
Storie di fotografie italiane con Massimo Agus

Ogni fotografia ha il proprio bagaglio di storie. La storia dell’autore che l’ha realizzata, la storia del soggetto fotografato, la storia di chi la guarda, la storia che si origina dopo che l’immagine è stata vista. Massimo Agus, con i suoi racconti ci ha fatto rivivere le storie di alcune immagini che hanno segnato un’epoca. Dai ritratti di Garibaldi, che immediatamente ha capito la grande funzione comunicativa della fotografia, alla prima storia-reportage dell’eruzione del Vesuvio. Dalla creazione di un’icona fotografica per trasmettere il “messaggio” voluto della fattucchiera di Colobraro, alla determinazione di Giorgio Lotti nel voler essere “dentro la storia” dell’alluvione di Firenze. Dall’origine dei paparazzi e lo scandalo dello spogliarello di Nanà, da cui fu ripresa anche una storia nel film “La dolce vita” di Fellini, alla forza comunicativa delle immagini scattate nei manicomi, che con il loro forte impatto emotivo, hanno sicuramente aiutato l’entrata in vigore della Legge180/78, detta Legge Basaglia. Infine, la forza narrativa di Tano D’Amico, con la sua capacità di raccontare un evento, attraverso la storia delle persone che ne fanno parte. Questo e tanto altro è stato esposto, in maniera accurata e coinvolgente ai soci dell’ Associazione Fotografica Tempo e Diaframma nella serata “Storie di fotografie italiane” a cura di Massimo Agus, docente FIAF.

Leggi tutto

Serata dedicata ai racconti fotografici dei soci

Gli autori siamo NOI è una serata dedicata ai racconti fotografici dei soci, in cui la fotografia diventa racconto di vita e momento di condivisione.

Gli autori siamo NOI

Venerdì 29 gennaio 2021 l’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma  proposto la serata “Gli autori siamo NOI”, una serata in cui i protagonisti sono i soci dell’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma, con le loro immagini e i loro racconti.

Interessanti progetti e storie che hanno permesso di trascorrere in compagnia, on line, una serata parlando di fotografia e condividendo opinioni e suggerimenti.

Un ringraziamento ai tutti i soci che hanno partecipato alla serata.

Serata Walker Evans

It is the way to educate your eyes, and more. Stare, pry, listen, eavesdrop.

Walker Evans
Serata Walker Evans
Serata Walker Evans

Walker Evans, conosciuto come un maestro dello stile documentaristico, nonostante volesse diventare scrittore, scopre la passione per la fotografia verso la fine degli anni venti e inizia a ritrarre l’architettura vittoriana del suo paese e la condizione umana, i volti della gente, così come le case e i paesaggi in cui abitavano. Immagini molto realistiche, con una cura nel raccontare i particolari, grazie ai quali Evans viene ricordato come uno dei più dotati fotografi di reportage della sua epoca. Nel 1938 il Museum of Modern Art di New York (MoMA) rende omaggio alle sue opere con una mostra personale, la prima dedicata da questo museo ad un fotografo.

La storia della fotografia non sarebbe stata la stessa senza il bianco e nero di Walker Evans. Il suo lascito è enorme: ha contributo a nobilitare il genere della fotografia di documentazione, sperimentato i rapporti tra immagine e scrittura. Walker Evans (1903-1975). Dopo studi in letteratura e un breve soggiorno a Parigi, divenne un protagonista della vita culturale newyorchese tra gli anni ’20 e ’30. A consacrarlo furono una serie di lavori dedicati a genti e luoghi della Grande Depressione. Nel 1938 il MoMa di New York gli dedicò la prima mostra personale in assoluto riservata a un fotografo.

Questo e tanto altro è stato ripercorso dai soci dell’ Associazione Fotografica Tempo e Diaframma nella serata dedicata a Walker Evans, grazie alla docenza di  Marco Brioni.

Leggi tutto