Il vedutismo, la camera oscura e la sua influenza sulla nascita della fotografia

Il vedutismo, la camera oscura e la sua influenza sulla nascita della fotografia

il vedutismo e la camera oscura

Per il ciclo “Le monografie di Tempo e Diaframma”, si è tenuto un incontro in cui il Prof. Carlo Marco Cantelli, docente di storia dell’arte e di fotografia, nostro socio onorario e caro amico, ci ha accompagnato in un viaggio storico alla ricerca dell’origini della fotografia.


La serata è stata ricca di contenuti storici e di collegamenti continui tra passato e presente, evidenziando come ogni aspetto della fotografia attuale nasce da studi e invenzioni del passato. Un continuum temporale che ha affascinato l’intera platea di ascoltatori, grazie anche alle grandi capacità dialettiche e comunicative che stimolano la curiosità e la voglia di approfondire.
Oltre alla parte teorica Carlo ci ha riportato nel passato con esempi pratici tramite la ricostruzione fisica di oggetti che permettevano la rappresentazione più veritiera delle vedute, dei ritratti e della realtà: dalla camera oscura, alla camera chiara ed altro. Per poi fare un salto nel presente con le app utilizzabili da chiunque per creare una camera chiara.
Un sentito ringraziamento a Carlo, sia da parte dell’Associazione sia personale da parte di Gabriele Fiolo, per l’impegno dedicato nella preparazione della serata e per la passione che riesce a trasmettere in ogni suo intervento.
Come sempre un grazie anche ai soci che hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa.

(foto di Elio Tedeschi)

Cristina Ferri

Condividi