Inaugurata a Dar Es Salaam la mostra di Gabriele Fiolo

Dreams e SelfiesSabato 30 aprile 2016 inaugurata presso il NAFASI ART SPACE a Dar Es Salaam, la mostra: “Dreams & Selfies” di Gabriele Fiolo all’interno della manifestazione “Meet the artists”. Finito l’evento, le foto verranno esposte anche in europa oltre che in Italia ed è già in realizzazione un libro fotografico.

Questa la prefazione del libro da parte di Marina Mazzoni:

Visione-Libro-Prova_Pagina_211L’arte per sognare e guardare al domani. I volti sognanti, impauriti, gioiosi e arrabbiati di giovani artisti
ricchi di talento e Hasira (così si chiama la rabbia buona, la grinta in Swahili) si sono incontrati, in una giornata di caldo umido, dentro a un container incuriositi dalla richiesta del fotografo Gabriele Fiolo.

Giornate nel traffico per raggiungere gli studi degli artisti visivi, le sale prove ricavate da vecchi garage, i teatri nelle strade dei quartieri di Temeke, sulle spiagge di Mbezi, nei bar, nella scuola di musica MUDA, in serate all’Alliance Francaise, al Karibu Festival di Bagamoyo e al Nafasi Art Space.

Per Gabriele, questi nomi hanno una geografia precisa, dove lui ha trascorso giornate e nottate con l’unico scopo di poter donare un portfolio di foto capaci di poter competere nel panorama artistico tanzaniano e east-africano.

Il giorno del rientro in Italia la corsa per la grande città si ferma e Gabriele chiede agli artisti un regalo: un selfie, anzi tre e uno scatto sognante e silenzioso. E loro per ringraziarlo … ci hanno messo la faccia.

Nessun riferimento di tempi e luoghi, siamo in un container, una terra di nessuno, potremmo essere a Londra, Parigi, Roma, o Dakar, lo sfondo è bianco o nero per accogliere i sentimenti.

Non era scontato che venissero, alcuni si sono alzati alle cinque, si sono pagati il trasporto, pazientemente si sono messi in fila fuori dal container, hanno compilato un questionario, hanno pensato a come fotografarsi, hanno pensato alle proprie emozioni, ai propri sogni, hanno scritto i loro nomi, musulmani, cristiani, lineamenti forti, dolci, si e’ chiacchierato, si e’ bevuto insieme, e’ stato un modo per salutare Gabriele, riconosciuto dagli artisti come uno dei formatori che più ha dato: tempo e professionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts
Condividi