“Imparare a vedere per imparare a fotografare” Inaugurazione mostra

inaugurazione mostra
inaugurazione mostra
“Imparare a vedere per imparare a fotografare” una mostra che nasce da un laboratorio di fotografia e racconta la visione del mondo di sei giovani autori, che tramite il linguaggio fotografico ci aprono le porte alla loro vita e alle loro emozioni.

La mostra fotografica “Imparare a vedere per imparare a fotografare”, con fotografie di Alessandro, Dino, Francesca, Giulia B, Giulia P. e Luca, a cura di Gabriele Fiolo, inaugura martedì 8 novembre 2022 alle ore 18:30 presso la sede del Quartiere Savena in via Faenza 4 a Bologna.

La mostra fotografica nasce da un laboratorio di fotografia dell’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma APS, tenuto da Gabriele Fiolo e Cristina Ferri, che ha coinvolto 6 ragazzi di G.R.D. – Associazione genitori ragazzi down Bologna, all’interno del progetto “DIGITAL AZIONE SENZA PANICO, azione Sempre sul pezzo”.

Le fotografie, non sono il risultato di un semplice click, ma nascono da un processo molto più ampio che coinvolge il pensiero, il cuore e la capacità di vedere del fotografo. “Attimi fermati” che hanno la forza di suscitare emozioni, a volte anche profonde e coinvolgenti, e soprattutto in modo più immediato rispetto alla parola scritta o verbale. In una società in cui tutto scorre veloce, la fotografia che per sua natura è statica, diventa un rapido mezzo di comunicazione, per trasmettere messaggi, emozioni e sensazioni nell’animo di chi la guarda. La fotografia acquisisce quindi una sua capacita’ comunicativa, diventando un vero e proprio linguaggio universale. Secondo recenti studi vi è un progressivo allontanamento della comunicazione classica tramite la parola, a favore di una lettura, spesso anche superficiale, delle immagini. Di fatto le nuove generazioni mostrano un aumento della capacità di memoria visiva. Così, mentre i nostri nonni sapevano fare i calcoli a mente, i bambini e i ragazzi di oggi ricordano più facilmente a memoria film e immagini che hanno visto. Questo cambiamento in atto evidenzia ancor di più, l’importanza che assume, nella società attuale, l’immagine nella sua funzione di mezzo comunicativo. Il progetto “Sempre sul pezzo” non arriva a produrre quindi semplici fotografie, ma diventa un contenitore di racconti di vita, in cui soggetto e fotografo si mescolano, si uniscono per rappresentare un unico momento, in cui chi vive e chi racconta ripongono uno spicchio della loro anima in una fotografia. Henry Cartier-Bresson citava “Fotografare è porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore.” Ogni scatto è una scelta che il fotografo fa: l’inquadratura, l’esposizione, quale strumento da utilizzare, il punto di vista e tanto altro, scelte che nascono non solo dall’obiettivo che si vuole raggiungere, ma anche dalla propria storia, dal proprio passato e dalla propria esperienza di vita. In ognuna delle immagini che vedrete in mostra, troverete non solo la storia di una giornata di questi ragazzi, ma la loro volontà di espressione, il desiderio di raccontarsi e di comunicare e soprattutto percepirete le emozioni che volevano raccontare e l’entusiasmo con cui le hanno realizzate.

Gabriele Fiolo

Gabriele Fiolo: Fotoreporter (AIRF) e giornalista, Art Director dell’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma APS. Sue esposizioni in prestigiose sedi in Tanzania, Zanzibar, Kenia, Belgio, Spagna e Italia.

La mostra è stata realizzata con il patrocinio del Quartiere Savena e in collaborazione con G.R.D. – Associazione genitori ragazzi down Bologna.

Si ringrazia chi ha creduto nell’idea e sostenuto l’intero progetto: La Regione Emilia Romagna Progetto DIGITAL-AZIONE SENZA PANICO DGR 1826 2020 azione “Sempre sul Pezzo”, Associazione Amici di Tamara e Davide ODV, DSM DP di Bologna progetto Prisma 2022 Benessere, Inner Wheel Club di Valsamoggia Terre d’Acqua, Volabo, WTKG, Happy Hand.

La mostra sarà visitabile dal 8 novembre al 26 novembre durante gli orari di apertura della sede. Ingresso gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Posts
Condividi