Conferenza stampa per la XXII Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena

Conferenza stampa per la XXII Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena

Presentata venerdì 25 settembre, sul palco del Teatro Dehon, la XXII “Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena”, sesta a livello europeo con l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e promossa dall’ Associazione Gli Amici di Luca

Conferenza stampa XXII Giornata dei risvegli
Conferenza stampa XXII Giornata dei risvegli

Alla conferenza hanno partecipato, in ordine da sinistra a destra:

Durante la conferenza è stato presentato il programma della XXII “Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena”.

La manifestazione di informazione sul coma, lo stato vegetativo e le gravi cerebrolesioni acquisite, di cui è testimonial l’attore Alessandro Bergonzoni,torna ancora una volta per fare rete con varie città italiane ed altri paesi europei per sensibilizzare l’opinione pubblica sui bisogni delle persone uscite dal coma. Un’iniziativa che si è consolidata in tutti questi anni e che ha assunto una dimensione europea grazie ai progetti messi in campo dall’associazione attraverso la sinergia con i paesi partner.

“In realtà questa è una giornata molto speciale – dice Fulvio De Nigris – e in questo particolare momento di difficoltà, a causa dell’epidemia che ha avuto ripercussioni anche nel terzo settore, ha obbligato anche la nostra associazione a una contrazione delle attività e una rimodulazione delle strategie assistenziali. Al tempo stesso non abbiamo mai interrotto le relazioni con i nostri assistiti, persone con esiti di danni celebrali rientrati a domicilio sul territorio e loro familiari, cercando di fare sentire anche da remoto la nostra vicinanza ed il nostro supporto. Ma le patologie che seguiamo non possono essere lasciate indietro, né soffrire anche se indirettamente della pandemia che ha distolto da loro attenzione e risorse. Le persone con esiti di coma e gravi cerebrolesioni acquisite, oggi più che mai, richiedono una maggiore attenzione perché i loro diritti e le loro problematiche siano sempre sotto gli occhi di tutti ed affinché i loro bisogni siano intercettati in maniera constante e consapevole dalle istituzioni preposte”. La “Giornata dei risvegli” del 7 ottobre si occuperà di questo e approfondirà temi sociali e clinici della ricerca. Lo farà attraverso la campagna sociale del nostro testimonial Alessandro Bergonzoni(“Essere o essere”sui manifesti, depliante bus, e lo spot “Casa dei Risvegli: un gran bel giro di vite”patrocinato da Pubblicità Progresso sulle emittenti televisive e social) attraverso due convegni webinar sulla “BIOETICA E I CINQUE SENSI” promosso insieme all’Università di Malta e sulle prospettive della seconda “CONFERENZA NAZIONALE DI CONSENSO DELLE ASSOCIAZIONI” che rappresentano familiari che accudiscono un proprio caro in coma, stato vegetativo o con GCA.). La “Giornata dei risvegli” promossa dalla nostro organismo di volontariato “Gli amici di Luca” si realizzerà sempre in collaborazione con Enti ed Istituzioni, assieme al Comune di Bologna, alla Regione Emilia Romagna, all’Università degli Studi di Bologna, all’Azienda USL di Bologna e in sinergia con la coop. per Luca, con la finalità di sensibilizzazione ed impegno nei confronti delle persone in stato di post-coma. L’iniziativa si lega alla “Casa dei Risvegli Luca De Nigris” il centro pubblico di riabilitazione e ricerca dell’Azienda Usl di Bologna, riconosciuto come buona pratica dal Consiglio d’Europa e da diffondere negli stati membri. Ora che gradatamente stiamo tornando ad una nuova normalità, con i protocolli condivisi con l’Azienda Usl di Bologna e la Regione Emilia Romagna per la tutela della salute di tutti i cittadini, ci apprestiamo alla celebrazione della prossima 22ª edizione della GIORNATA NAZIONALE DEI RISVEGLI PER LA RICERCA SUL COMA -VALE LA PENA”, 6ª GIORNATA EUROPEA DEI RISVEGLI con rinnovata energia ed uguale determinazione. Nell ’ambito della Festa di San Petronio saremo presenti domenica 4 ottobre in piazza Maggiore dove, oltre ad attività di sensibilizzazione presenteremo il progetto: LA BOTTEGA DELLE MANI E DELLA MENTE. Il recupero della vita sociale dopo la Casa dei Risvegli Luca De Nigris rileva ostacoli, talvolta molto pesanti, all’interno del nucleo familiare che accoglie la persona con residue gravi disabilità nell’affrontare il nuovo tipo di vita e creare diversi equilibri dopo l’evento traumatico. Tra queste difficoltà, si rileva il problema del tempo libero. Questo progetto, sostenuto dalla Curia di Bologna, organizza e porta avanti laboratori riabilitativi e di risocializzazione di gruppo sia per la persona con disabilità che per il caregiver. Nel corso della mattinata attività di sensibilizzazione e ludico motorie in collaborazione con il Csi Comitato di Bologna.

La Giornata dei Risvegli, farà festa il 7 ottobre partendo dalla Casa dei Risvegli Luca De Nigris il centro pubblico innovativo di riabilitazione e ricerca dell’Azienda Usl di Bologna, riconosciuto come buona pratica dal Consiglio d’Europa e da diffondere negli stati membri, fortemente voluto dai genitori di Luca, Fulvio De Nigris, Maria Vaccari e dall’associazione Gli amici di Luca. Nel Giardino della Casa dei Risvegli Luca De Nigris – Via Giulio Gaist, 6 – Bologna in collaborazione con il Csi Comitato di Bologna la mattina ci saranno esemplificazioni di attività sportive adattate, letture e testimonianze di persone uscite dal coma e loro familiari. Un momento di incontro con rappresentanti istituzionali, con la partecipazione di Alessandro Bergonzoni, testimonial della Casa dei Risvegli Luca De Nigris. “Messaggi per un Risveglio” attaccati a palloncini ecologici partiranno dalla Casa dei Risvegli Luca De Nigris e contemporaneamente da varie piazze italiane ed europee coinvolte. Dalle ore 14.30 Trail-O (Trail Orienteering; orientamento di precisione) in collaborazione con Polisportiva Masi di Casalecchio di Reno, CIP Comitato Italiano Paralimpico -Emilia Romagna. Si tratta di una disciplina dell’orienteering che non prevede di raggiungere fisicamente i punti di controllo posizionati sul terreno di gara, ma di identificarli, sempre usando mappa e bussola, guardandoli dai punti di osservazione debitamente segnalati lungo dei sentieri facilmente percorribili e accessibili. Alla sera al Teatro Dehon di Bologna ore 21.00 performance dell’associazione Gli amici di Luca dal titolo “Assenze: Diversimili in progress”, grazie alla collaborazione con il Teatroaperto Teatro Dehon, la coop per Luca e il Teatro dell’Argine. Uno spettacolo che nasce nell’ambito del “Progetto Diversimili: coma to community” cofinanziato dall’Unione Europea , Fondo Sociale Europeom Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020.

L’associazione Gli amici di Luca continua nell’ OsservatorioNazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità a dare il proprio contributo per la realizzazione del prossimo piano di azione sui diritti delle persone con disabilità e nell’impegno sulle pari opportunità delle persone disagiate.

Da mercoledì 7 a martedì 20 ottobre nel foyer del Teatro Dehon sarà possibile fruire la mostra fotografica “I Am Amleto – Ho dentro ciò che non si mostra, fuori fronzoli e maschere di dolore” a cura di Gabriele Fiolo con foto dello stesso Fiolo e di Cristina Ferri, dell’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma. Dalla lunga esperienza dei laboratori teatrali è nata una mostra fotografica che racconta il percorso creativo ed espressivo realizzato attraverso il laboratorio teatrale, strumento usato per accompagnare le persone fragili nel ritrovare se stesse e stringere o consolidare relazioni che le portino fuori dall’isolamento sociale.

Cristina Ferri

Condividi