“IL RESPIRO TRATTENUTO – BOLOGNA AI TEMPI DEL COVID-19 IN 100 SCATTI D’AUTORE”

IN VENDITA PRESSO LE PRINCIPALI LIBRERIE
INTERVISTA A NICOLETTA DELLA LIBRERIA TRAME

Quali considerazioni può fare sul primo lockdown, relativamente alla vostra attività?

Nel momento in cui si è verificato il primo lockdown, come libreria abbiamo fatto immediatamente rete con i colleghi, sia a livello locale, che a livello nazionale, tramite i canali social, creando un supporto e un confronto continuo per cercare di affrontare i problemi analoghi che ci trovavamo di fronte. Ci siamo mobilitati immediatamente per poter fare consegne a domicilio, raggiungendo sia i clienti storici nelle loro case, sia gli studenti universitari che avevano necessità dei libri per preparare gli esami. Per due mesi abbiamo consegnato a domicilio, un servizio che stiamo tutt’ora mantenendo per chi lo desidera. Dopo Pasqua abbiamo potuto riaprire, garantendo il rispetto di tutte le misure di sicurezza richieste dalla normativa. La rete si è creata, non solo tra le librerie, ma anche con altre attività, cercando di aiutarsi a vicenda. Ad esempio, un taxista che faceva servizio di consegna dai ristoranti agli ospedali, si è reso disponibile anche per consegnare i libri a domicilio fuori dal Centro Storico.

Contemporaneamente noi ci rendevamo disponibili per fare da deposito ad altre associazioni per consegne alimentari o altro. Per quanto riguarda invece le presentazioni di libri, che eravamo abituati a fare con ampia frequenza in presenza, siamo stati costretti a cancellare tutte le 67 presentazioni che erano già programmate per il 2020. Ad oggi continuiamo a farle solo virtualmente, sulla pagina Facebook. Grazie ai social siamo riusciti comunque a proseguire il progetto di poesia a cui teniamo tanto e anche altri progetti, tramite video che carichiamo sulla pagina FB. 

Alcuni sue considerazioni sul libro “Il respiro trattenuto – Bologna ai tempi del Covid-19 in 100 scatti d’autore” in vendita presso la vostra libreria?

Sono rimasta particolarmente colpita dal fatto che il libro è un lavoro collettivo e rappresenta quindi un esempio di come la “rete” funzioni e crei valore aggiunto. Bologna è una città a dimensione media, non troppo piccola, né troppo grande e questo libro è un bel modo di raccontare la città e la sua capacità di affrontare una situazione completamente inattesa.

IL PROGETTO

“IL RESPIRO TRATTENUTO – Bologna ai tempi del Covid-19 in 100 scatti d’autore, è un progetto fotografico corale, a cura di Gabriele Fiolo con l’ Associazione Fotografica Tempo e Diaframma, e raccoglie gli scatti di 13 fotografi professionisti bolognesi, realizzati in un momento storico in cui il mondo si è fermato, trattenendo il respiro, tra lo sgomento e l’incredulità. Fotografi che abitualmente lavorano nella città e provincia di Bologna, sono diventati lo “sguardo” dei cittadini. Non solo informazioni, ma anche emozioni che nascono dal senso di impotenza che si viveva in quel periodo e dall’assenza della vita quotidiana che animava la nostra città.

Gianni SchicchiRossella SantosuossoPaolo RighiMarika PuicherMichele NucciMargherita CaprilliGianluca Perticoni, Mauro MontaquilaAlessandro RuggeriMassimo PaoloneMassimiliano DonatiMichele Lapini e Max Cavallari hanno saputo raccontarci con maestria e professionalità momenti di una vita messa in pausa, trattenuta, dove perfino le ombre sono sparite dai portici della città e sono diventate solo un lontano ricordo, in attesa di un incerto futuro.

“Il passato è l’unica forma di conoscenza, ma la memoria, purtroppo, non può essere solo emozionale altrimenti si corre il rischio che non arrivi a tutti” commenta il curatore dell’opera Gabriele Fiolo “La memoria è un dovere e con queste immagini diventiamo tutti testimoni. Il progetto fotografico si pone l’obiettivo di favorire la condivisione e di trasmettere le emozioni che paradossalmente si sono generate dall’assenza della vivace vita quotidiana, che solitamente anima la nostra città: vuole farlo offrendo ai suoi cittadini, imprigionati nel proprio spazio personale, una testimonianza fotografica del recente passato vissuto nella città di Bologna, mentre si è trovata immersa nell’affrontare la pandemia.”

Gabriele Fiolo

“Le immagini hanno la capacità di catturare “momenti” e trasferirne ai posteri il loro ricordo. Il valore documentativo della fotografia è innegabile e ad esso si affianca la capacità evocativa e la forza del saper trasmettere emozioni.  Dietro ad ogni immagine esiste un fotografo e non solo una macchina fotografica. È il cuore, la mente e lo sguardo di chi è dietro all’obiettivo che crea l’immagine. È il suo respiro trattenuto durante il click, è la sua esperienza di vita, non solo di fotografo, il suo vissuto che danno vita a “quella” specifica fonte storica.”

Il Direttivo dell’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma

Il progetto è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Bologna e Airf (Associazione Italiana Reporters Fotografi), in collaborazione con Biblioteca Salaborsa, con il sostegno di EmilbancaGranaroloPaoletti FotoHahnemuhleOnnk.itVictoria StationMinerva Edizioni.

IL LIBRO

Il libro edito dalla Minerva è attualmente disponibile nelle librerie. Scopri il catalogo:

qr code catalogo Minerva
QR code catalogo Minerva

“Secondo R. Barthes, la fotografia ha da sempre il ruolo fondamentale di fissare un momento nel tempo, “rende presente un evento passato”: per molti, il 2020, non sarà considerato un anno piacevole da “fissare nel tempo” o da “riproporre nel presente”, ma è anche vero che la pandemia ha globalmente creato una netta linea di demarcazione con un “prima” e un “dopo” nelle nostre vite e nei nostri territori”

Gabriele Fiolo

LA MOSTRA

La mostra fotografica verrà esposta in Biblioteca Salaborsa e sarà visitabile appena le condizioni sanitarie permetteranno l’apertura al pubblico. La data di inaugurazione della mostra è ancora in fase di programmazione.

Luigi Ghirri
Precedente “Luigi Ghirri” a cura di Massimo Pascutti
Prossima Convocazione Assemblea Ordinaria
convocazione assemblea ordinaria

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi